WWW.ANDATAERITORNO.COM Viaggi e Ricette nel Mondo

 

GLI EROI DI SUPERGA

  gli Eroi di Superga  
 

4 maggio 1949, ore 17.05, delle persone diventarono "gli Eroi di Superga".

Un giorno molto triste, il Fiat G212 con a bordo l'intera squadra del Grande Toro e alcuni giornalisti, si schiantò contro la Basilica di Superga, nelle immediate vicinanze di Torino. La squadra del Torino stava tornando a casa dopo aver disputato un'amichevole a Lisbona contro il Benfica, questa tragedia portò via un gruppo di professionisti che in quel periodo aveva dimostrato dentro e fuori dal campo di essere i migliori al mondo, rappresentando l'Italia nel migliore dei modi.
   
 

Una squadra di Campioni che aveva vinto cinque scudetti consecutivi dalla stagione 1942-43 alla stagione 1948-49, e formava i 10/11 della nazionale italiana di calcio. Nell'incidente morirono anche i dirigenti della squadra e gli accompagnatori, l'equipaggio e tre dei migliori giornalisti sportivi italiani: Renato Casalbore, Renato Tosatti e Luigi Cavallero. Sauro Tomà, infortunato al menisco, fu l'unico componente del Grande Toro che riuscì a salvarsi non avendo partecipato alla trasferta di Lisbona.

La tragedia segnò profondamente gli animi degli italiani, il giorno dei funerali circa un milione di persone scese in piazza a Torino per dare l'ultimo saluto ai campioni.

 
 

Il Torino venne proclamato vincitore del campionato e gli avversari di turno schierarono nelle rimanenti partite contro la squadra piemontese le formazioni giovanili.

Questo triste episodio viene ancora oggi ricordato all'interno della Basilica con un museo dedicato agli Eroi, e all'esterno con una lapide in loro ricordo, meta di pellegrinaggi da parte di sportivi e non; ogni 4 maggio viene celebrata una messa solenne in ricordo delle vittime.

 
 

Dopo essere stato a Superga e dopo aver guardato e pregato davanti alla lapide commemorativa, voglio ricordare ad uno ad uno tutti questi grandi uomini che persero la vita in questo fatale incidente. La squadra del Grande Toro: Valerio Bacigalupo, Aldo Ballerin, Dino Ballerin, Emile Bongiorni, Rubens Fadini, Eusebio Castigliano, Guglielmo Gabetto, Ruggero Grava, Giuseppe Grezar, Virgilio Maroso, Ezio Loik, Danilo Martelli, Romeo Menti, Valentino Mazzola, Piero Operto, Mario Rigamonti, Franco Ossola, Giulio Schubert. I dirigenti: Arnaldo Agnisetta, Ippolito Civalleri. Gli allenatori:Leslie Levesley, Egri Erbstein. I giornalisti: Renato Casalbore, Luigi Cavallero, Renato Tosatti.