WWW.ANDATAERITORNO.COM Viaggi e Ricette nel Mondo

 

LA BASILICA DI SUPERGA

  Basilica di Superga  
 

Arrivando alla Basilica si rimane affascinati dalla sua grandiosità e dalla sua armoniosità, la pianta è circolare sovrastata da una cupola alta 75 metri ed è affiancata da due campanili alti 60 metri. Guardando la Basilica di fronte, si nota un imponente pronao a otto colonne corinzie. L'interno, di pianta a croce greca, è ricco di decorazioni a stucco e di marmi utilizzati per gli altari e il pavimento, tutte queste decorazioni creano dei bellissimi effetti di luce. L'altare maggiore è arricchito da un bassorilievo marmoreo di Bernardino Cametti che ricorda la gloriosa battaglia per la liberazione di Torino. Pitture e sculture ornano le cappelle laterali.

Basilica di Superga  
  Basilica di Superga

La Basilica venne ideata e realizzata da Filippo Juavarra nel 1717-1731, su ordine del Re Vittorio Amedeo II, il quale decise di dedicare questo monumento alla Vergine Maria, come ringraziamento per aver aiutato il suo esercito, i piemontesi, a sconfiggere l'esercito franco-spagnolo, che assediava la città di Torino. Suscita particolare interesse la visita delle Tombe Reali dove vennero tumulati alcuni membri della Casa dei Savoia, come Vittorio Amedeo II e Carlo Emanuele III. A Superga viene conservata, nella Sala dei Papi, una raccolta di ritratti su tela di tutti pontefici della storia, partendo da San Pietro, opera unica al mondo.

 
 

All'esterno della Basilica, nella parte posteriore, si possono vedere i muri distrutti dall'impatto dell'aereo che trasportava i giocatori del "Grande Toro", di rientro dalla trasferta di Lisbona. Il loro ricordo è ancora oggi vivo, all'interno della Chiesa con un museo in loro onore e all'esterno con una lapide, sede di continui pellegrinaggi di sportivi e non.

La Basilica di Superga, sorge su un colle ad est di Torino, è capace di suscitare nei suoi visitatori, un senso di pace e di serenità. Altro momento, che vi emozionerà, sarà la visita della lapide dedicata agli "Eroi del Grande Toro".